NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Domenica, Agosto 18, 2019

Free Premuim Templates by BIGTheme

Presidio degli ambientalisti contro l’autorizzazione fanghi

TROMELLO - A seguito della notizia sull’autorizzazione della Provincia di Pavia e del parere favorevole del Comune, dell’ASL e dell’Arpa all’aumento dello stoccaggio di fanghi ad uso agricolo nell’impianto di Evergreen, il Comitato No Fanghi in  Lomellina e il Comitato Civico “Lomellina Respira” hanno organizzato nel week end dei presidi di informazione della cittadinanza con la distribuzione di volantini. I presidi si sono svolti nel fine settimana scorso. I due comitati ritengono “inaccettabile l’autorizzazione della Provincia e il parere favorevole di Comune, Arpa e Asl, all’aumento da 58mila a 98 mila tonnellate”.

“E’ sconcertante – affermano gli ambientalisti – vedere con quale superficialità e cinismo le nostre istituzioni accettino con vergognosa quiescenza questa situazione”. Da tempo la questione dell’insediamento esagerato nella nostra provincia di questo tipo di impianti, con il conseguente spargimento massiccio di fanghi nel nostro territorio, sta suscitando un dibattito diffuso circa la pericolosità per l’ambiente e la salute e anche a Tromello la reazione dei cittadini è stata di vivo interesse e di indignazione. Da alcuni è venuta anche la richiesta di iniziative di mobilitazione più incisive come raccolte di firme e presidi nelle sedi istituzionali. I due comitati chiedono la diminuzione dei volumi e dello spargimento dei volumi e non un loro aumento, come fa pensare l’autorizzazione riguardante la struttura di Tromello. “Siamo per una moratoria – dicono i coordinatori dei due comitati Tullia Masinari e Dario Homok  - che blocchi iniziative di questo genere, applicando il principio della precauzione”. 

The best bookmaker bet365

The Best bookmaker bet365 Bonus